Carta de GRAZIE sobre 2 preguntas de libertad condicional.

Ieri ho passato una intensa giornata.
Hermoso. Arricchente.

L’Associazione Cocùn, associazione “gemela” di Semi di Lino, que es la ocupación del mundo de la educación genitoral y gratuita, fue organizada en un mensaje incontrovertible de la Comunicazione Non-Violenta.
Iniziare non è semplice, pur avendone letto ed avendo quindi almeno una infarintura sulla teoria general.
Mi tono siempre se ha suavizado en la práctica, no solo por solidificación, oltre e infaliblemente.
Mi scontravo con i miei limiti e leggevo esempi con dialoghi “perfetti” dove tutto alla fine threads liscio, oppure leggevo in forum esperienze con madri dall’ Unlimited pazienza centrate from the present, before all’ascolto.
No tengo derecho a retirarme de la frustración del rabino y del sentido de la colpa. Cree que los dioses son sbagliata, los dioses no son “abbastanza brava”.
All’inizio della giornata quindi, ero spenzosa (parlare dal vero e semper meglio che leggere un testo, per quanto importante), ma anche in difficoltà nel fidarmi del tutto ea lasciarmi andare.
E devo ammettere che en el primer minuto le parole di davide mi tone sembrate belle, ma ancla no “real”, come se mi stesse leyendo el libro en voz alta.
Poi, con lo sciogliersi delle tensione ed il sentimento di condivisione con gli altri presenti che e andato crescendo, e fiorita la ricchezza dell’avere davanti una persona in carne ed bones, con le sue interpretazioni e la sua esperienza.
Ed ho feelo forte la voglia di fare tamande, sentivo il bisogno di arrivare ad un punto che sui libri no será mai ruscita a toccare (not qualcosa di conscio, non sapevo esattamente cosa).
Un poco alla volta ha detto cose che mi hanno fatto suonare campanellini interiori. El corazón de Toccavano se estremeció.
Poi, forse, la cosa che più di tutte mi ha open una finestra (è il caso di dirlo) ea cascata ha illuminato altri concetti: l’espression di un sentimento, in seguito to one stimolo, un bisogno not soddisfatto sconcerto, quel che volete) en nuestra sociedad del desesperanzado “entretenido” y el salvador de la rabbia. Reza para que no me den la libertad condicional porque me estoy riendo de ti. Ma ricordo che e stato illuminate il suo fare l’esempio del bambino piccolo, che semplicemente piange. E che con quel piano non ci sta attaccando naturalmente, ma e solo il in its unique way, inizialmente, by comunici un bisogno not soddisfatto. Toco el piano, no desde la arrabbiatura, pero te ayudo un poco.
Por medio de un estímulo que no es tan spiegare, tal vez inculcado, tal vez transmitido a través de generazione in generazione, tendiamo a cercare di interrompere l’espression de los sentimientos de los legates ai bisogni not soddisfatti. No la palabra acogliamo. E no ce ne asumir la responsabilidad. Il senso del dovere ed il senso di colpa sarebbero alla base, se cosi posso dire, della rabbia.
Mi tono se detiene en un attimo, espero no usarlo. Por esempio my heads are di dire, parlando alla topolina se vuole rovinare un oggetto del fratello, to which so che tiene molto, che “Nicolò altrimenti si arrabbia”. Che senso aveva dire una frase del género? Perchè si, nella mia testa, se Nicolò poi vede l’oggetto rotto si arrabbia. Fa una escena. ¿Enviar por correo sus sentimientos desde la rabina? ¿Un che pro dirlo de Zoe? ¿No has venido? ¿Qué pasa si la garantía de allora…. url? Ti tratta mas? Ti rompe qualcos’ altro per vendetta?
Anche con il linguaggio, del tutto involontariamente, si termina en una modalidad punitiva.
E’ arrabbioto Nicolò se un oggetto a cui tiene e rovinato? Be, si. ¿Ma cosa c’è dietro? E’ melancolía, ¿por qué no pù più giocarci, e dispiaciuto che non siano state rispettate le sue cose, e risetito?
No puedo ser sabio simplemente Suona lo confronta de manera negativa, y ella confronta a Zoe (tampoco lo es su empio che ho fatto).
Di fronte agli esempi concreti che abbiamo provato ad affronare, ho fatto tamede e Anchora. Perchè no ricivo a vedere il limit. Quiero tomar cosa sbagliavo io. ¿Qué sucede cuando pierdo mi arrabbio? E se il bambino diálogo continuo nonostante de l’ascolto? E se fa peggio perteneciente a l’esposizione chiara dei bisogni e dei sentimenti? ¿Pararse del lado de uno? ¿Fuera de eso?
Creo que sono stata sul punto di DIVENTARE quello che yo not riesco so much a reggere 😛
Mi sentivo sbagliata no terminará por sbottare.
Provavo senso di colpa per l’arrabbiatura conseguente.
E no vino de ninguna manera.
Bé Davide no es la magia abbia dada a la pillola.
Una persona no quiere resolver otra pregunta. E la comunicazione nonviolent, not magic.
Però lui immagino non avesse una risposta per me che fosse la soluzione. E forse lui era sul punto di destroy la pazienza, chissà.
Mi ha detto: e allora PIANGI.
No lo so spiegare, ma so che a quel punto e scattato qualcosa.
Ho siente/capito qualcosa.
¡Ven libre de mi sonido, ven libre! ¡No puedo obtener una comida por no ser lo suficientemente inteligente como para atrapar esas plagas! ¡Puedo hablar de una manera no violenta!
Sarebbe Creo que davvero lungo continuere e non crede di potere io, in poche righe, spiegare why e percome ci sia una proponda differenza se una persona urla i propri bisogni insoddisfatti, anziché to acuse e urlare contro.
E di define non e dopo una singola presa di coscienza che riuscirò a mettere in pratica la CNV e infatti, con il gruppo di auto- mutual aido e l’association, organizzeremo momento di “pratica” di esercizio. Cambiare la modalidad comunicativa richiede pratica e tempo.
Ma di definida so che e valso la pena mettersi in gioco con le orecchie abiertamente.
Che ieri abbiamo soddisfatto il nostra bisogno di connessione, di fare chiarezza, di condividere dubbi e paure.
E quindi il mi sentimiento de gratitud va tutto a Davide, con la esperanza de expandir ancla.

Dirigiéndose a:
– http://www.davidefacheris.com/
http://www.cnvc.org/
En el libro “Le parole tone finestre oppure muri”, Ed. Esserci, Marshall Rosenberg

NB datos de la foto, di ottobre 20013